Faloppiese Ronago-Desio 0-1

falo

Il Desio c’è ancora, e pazienza se i numeri dicono che la zona playoff è fin troppo distante a poche giornate dal termine: al confine con la Svizzera i biancorossi sono perfetti e precisi come il tempo scandito da un orologio, ottengono una preziosa vittoria e tengono acceso il lumicino della speranza. Nonostante alcune assenze pesanti (Darone, Ippolito e Sessa su tutti) la squadra mostra di avere ancora fame: una cosa è certa, questi ragazzi lotteranno fino all’ultimo pallone dell’ultima giornata per regalarsi un sogno.
Mister Serlenga sceglie nuovamente il modulo 4-4-2, che tanto bene aveva fatto contro il Cabiate: nella prima parte di gara c’è molto equilibrio, Bertucco rischia di commettere un fallo da rigore con un uscita bassa tanto spericolata quanto efficace mentre gli unici tiri in porta del Desio arrivano dai piedi di Marone (25′) e di Zonca (41′). Padroni di casa velenosi in un paio di circostanze, ma al 62′ il neoentrato Ponzielli manda in area Zonca con una grande imbucata e Moretti stende il numero 7 desiano con intervento scomposto: rigore netto, che Marone trasforma con il destro. Di fatto non ci sono più occasioni concrete da quel momento, anche se in pieno recupero i comaschi non sfruttano una buonissima chance con il duo Lorenzoni-Tomè: e ora avanti così, testa all’Esperia Lomazzo (match in programma il prossimo lunedì di Pasquetta).

FALOPPIESE RONAGO-DESIO 0-1

Rete: 63′ rig. Marone.

FALOPPIESE RONAGO: Casati, Muscionico, Moretti, Bugnoni, Zanotto, Gatti, Braga, Marra (82′ Dalla Paola), Quadrio (55′ Lorenzoni), Milani (63′ Tomè), Bernasconi. A disp. Barone, Romanò. All. Mazzarese.

DESIO: Bertucco, Monaco, Pulici, Mariani, Bonato, Menegon, Zonca, Corti, Marone (85′ Tagliabue), Giesi (60′ Ponzielli), Missineo. A disp. Grieco, Bortolas, Di Mola, Tonelli, Arienti. All. Serlenga.

Arbitro: Airoldi di Lecco.

Note: ammoniti Braga, Moretti, Zanotto (F), Missineo, Mariani, Pulici (D).

 

Acd Desio Calcio

PER LA RIPRODUZIONE DELL’ARTICOLO SI PREGA DI CITARE LA FONTE

FacebookTwitterGoogle+Condividi