Desio-Villa 1-4

image-30-10-16-10-15

Distruggere in un colpo solo tutte le cose buone costruite in due mesi, con tanta fatica e sudore. Sembra incredibile, ma il Desio realizza questa impresa al contrario in un caldo pomeriggio di fine ottobre, contro una delle formazioni meno temibili di tutto il girone: il Villa espugna il Comunale di via Agnesi con un netto 4-1 e ai giocatori di mister Furgeri non pare vera tanta grazia. I biancorossi, a dirla tutta, arrivano a questo appuntamento con l’infermeria piena e tanti acciaccati, ma tutto ciò non deve essere un alibi: i padroni di casa giocano infatti un primo tempo assolutamente disastroso e con basi del genere diventa impossibile ricavare qualcosa di positivo. Un Desio troppo brutto per essere quello vero, contro la capolista Bresso si era visto ben altro piglio ma la vigilia di Halloween porta ai colori biancorossi una vagonata di carbone: meglio voltare pagina e archiviare questo obbrobrio nella categoria “incidenti di percorso”.
Ippolito out per infortunio, Zorz squalificato, Mariani, Rossi, Piras, Cotica e Gjergji non al meglio della condizione: mister Bonaita (in tribuna per squalifica) deve affidarsi al bussolotto per allestire una formazione competitiva. Ma l’inizio di gara è da film dell’orrore, al 2′ Cruz sbuca davanti a Nappo e costringe il portiere al fallo da rigore (penalty trasformato da Simoni): per il Desio è un doloroso pugno in faccia, la squadra non riesce a rialzarsi e la prematura uscita di scena di Mariani al 22′ è la classica pioggia che va a cadere sul bagnato. I biancorossi sono lenti, distratti e incapaci di creare spunti offensivi: il Villa svolge il compitino senza strafare, quando deve difendere non ha vergogna a buttare i palloni in tribuna e nel complesso rischia poco o nulla. Al 23′ gli ospiti conquistano un altro rigore (fallo di mano di Piras sugli sviluppi di un angolo) e raddoppiano con Simoni, poi al 34′ Picone approfitta di una difesa in bambola e cala il tris con un destro neanche troppo potente. Sembra una candid camera, purtroppo è tutto vero: Bonaita cambia qualcosa ad inizio ripresa e il gioiello di Panin (sinistro incredibile che non dà scampo a Rioldi) riaccende le speranze desiane, ma quando Rossi viene espulso poco dopo per una presunta manata ad un avversario (rosso diretto) il giocattolo si rompe definitivamente e Gariboldi mette la firma sul poker. Il modo peggiore per iniziare il mese di novembre, nelle prossime giornate servirà un altro Desio per ricominciare a correre.

 

DESIO-VILLA 1-4

Reti: 2′ pt rig. Simoni (V), 24′ pt rig. Simoni (V), 34′ pt Picone (V), 10′ st Panin (D), 22′ st Gariboldi (V).

ACD DESIO: Nappo, Pulici, Di Mola, Rossi, Gatti, Mariani (22′ pt Piagni), Paone, Piras (1′ st Gjergji), Di Adamo, Cotica (14′ st Piemontese), Panin. A disp. Volonteri, Ermacora, Di Pasquale, Calì. All. Bonaita (squalificato, in panchina La Rosa).

VILLA: Rioldi, Filippi, Bonometti, Deana, Freschi, Mioso, Picone, Beltramini, Cruz, Simoni, Martina. In panchina Cariati, Schingo, Guarnaschelli, Tassoncini, Stoica, Zacchetti, Gariboldi. All. Furgeri.

Arbitro: Danelli di Como.

 

Claudio Maglieri

PER LA RIPRODUZIONE DELL’ARTICOLO SI PREGA DI CITARE LA FONTE

FacebookTwitterGoogle+Condividi