Desio-Mariano 2-3

dddd

Nessuno vorrebbe guardare un brutto film per la seconda volta, purtroppo ai tifosi del Desio capita proprio una cosa del genere. A distanza di pochi giorni dal ko di Agrate, i biancorossi inanellano una sconfitta tristemente identica: medesimo punteggio (2-3), ma soprattutto stesso andamento. Stavolta è il Mariano a fare festa e, nel caso specifico, ad ottenere la qualificazione: Desio eliminato dalla Coppa Italia Promozione, dopo aver accarezzato il sogno del passaggio al turno successivo. A rendere il tutto ancora più indigesto, poi, ci sono gli errori della terna arbitrale: il gol decisivo di Prandini è viziato da una posizione di fuorigioco plateale e sono gli stessi dirigenti del Mariano, a fine match, ad ammetterlo.
Non è buona la partenza dei biancorossi, schierati inizialmente con il 4-3-1-2: l’undici di casa soffre molto la spinta degli avversari, rischia di prendere gol in un paio di occasioni (bravissimo Zorz al 17′) e poi, al 21′ va sotto nel punteggio quando Villa appoggia in rete lo splendido assist di Cavalleri dalla destra. Come ad Agrate, tuttavia, la reazione desiana c’è: tra i migliori in campo c’è il giovane Gjergji ed è proprio lui, ad inizio ripresa, a firmare l’1-1 con un destro chirurgico dopo essersi girato in area di rigore con un movimento da bomber vero. Al 61′ è Piemontese a mancare il 2-1 dopo un perfetto schema su calcio di punizione, ma il gol è nell’aria e al 65′ lo sigla Cotica: cross di Paone dalla destra, sportellata tra Gjergji e Franco e destro morbido del numero 10 biancorosso. Purtroppo in difesa si soffre, Di Mola evita un gol fatto ma al 65′ Villa si libera della marcatura e trova il destro vincente, dopo una fuga solitaria: si va sul 2-2, punteggio che renderebbe necessario il sorteggio per stabilire il nome della qualificata, tuttavia le due squadre vogliono vincere. Ed è il Mariano ad avere l’ultima parola: a dieci minuti dalla fine Nappo è prodigioso a salvare sulla linea una palla velenosa, ma al 90′ Prandini lo perfora per la terza volta sugli sviluppi di un’azione confusa (anche se, come detto, la sua posizione di partenza è nettamente irregolare).
Ora testa al campionato, senza ansie o paure: che le prime partite sarebbero state difficili lo si sapeva, ma questa squadra ha delle enormi potenzialità e presto anche il campo le metterà in mostra.

 

DESIO-MARIANO 2-3

Reti: 21′ pt Villa (M), 1′ st Gjergji (D), 20′ st Cotica (D), 29′ st Villa (M), 45′ st Prandini (M).

ACD DESIO: Nappo, Di Mola, Ermacora, Di Adamo (1′ st Ippolito), Zorz (1′ st Mariani), Pulici, Paone, Piras, Gjergji, Cotica (35′ st Caputo), Piemontese (42′ st Verdi). A disp. Volonteri, Piagni, Calì. All. Bonaita.

MARIANO: Franco, Ballabio, Tripodi, Trabattoni, Zingaro, Meroni, Mangeruca, Ababio, Villa, Cavalleri, Zaga. In panchina Muto, Casartelli, Galliani, Purita, Prandini, Tettamanti, Giugliano. All. Battistini.

Arbitro: Gilardi di Lecco.

 

Claudio Maglieri

PER LA RIPRODUZIONE DELL’ARTICOLO SI PREGA DI CITARE LA FONTE

FacebookTwitterGoogle+Condividi